La qualità invisibile

Soluzioni per la modernità

Viene qui definito il Design Primario che si affermò negli anni '80 per rispondere alla urgente richiesta di nuove qualità immateriali che fornissero una nuova dimensione ai fenomeni dell'essenza sensoriale, privilegiando strutture "leggere" come le percezioni cromatiche, gli effetti di luce/ombra, sensazioni tattili ecc. Oggi l'urgenza è quella di confrontarsi con il problema ambientale, cercando di utilizzare anche nel design materiali ecocompatibili e rispondendo anche a criteri estetici.

Articolo completo si trova nell'edizione 11 del 1998 alle pagine 12.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.