Dune marine e segni leggeri

Interventi rispettosi dell’ambiente sul lungomare di Pula (Cagliari)

A 35 Km da Cagliari, nel sud della Sardegna, si trova Pula, un antico centro agricolo immerso in un contesto paesaggistico di grande valenza storico‐culturale. L’antica città di Nora, le aree umide e gli ambiti costieri fanno da cornice a una delle zone più caratteristiche e magiche della regione. Una meta turistica di risonanza internazionale che ha mantenuto nella sua offerta culturale scenari incontaminati ricchi di storia e tradizioni.

Il progetto, redatto per il Comune di Pula, affronta il tema del recupero ambientale in ambito costiero studiando nuove strategie per il rinnovo e il recupero del territorio e del lungomare di Santa Margherita e di Su Guventeddu. Il lavoro abbraccia la riqualificazione di circa 6 Km di costa, generando luoghi e spazi naturalmente abitabili e accessibili, a misura d’uomo ma allo stesso tempo rispettosi della natura e delle radici culturali antiche del contesto. L’area, vincolata dal punto di vista storico e paesaggistico, si sviluppa in un ambito naturalistico complesso e molto delicato, ricco di beni di interesse archeologico e culturale riconosciuti a livello internazionale. L’intervento nasce da uno studio approfondito del territorio e dei fenomeni di antropizzazione che lo caratterizzano e ha lo scopo di generare un equilibrio tra l’individuo e il patrimonio esistente. 

Articolo completo si trova nell'edizione 121/122 del 2020 alle pagine 60-65.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 121/122 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.