Utopia in cava

Nuove funzioni per una ferita nel suolo

L'autrice è la progettista di un intervento di recupero di una ex cava di tufo nel Parco di Veio, a Nord di Roma,da riutilizzare come maneggio. Il progetto prevede l'uso di muri in terra cruda, pisé, camini del vento, lucernai per la captazione della luce naturale, utilizzo del biogas tratto dai rifiuti organici vegetali e animali; progetto ipogeo ben inserito nell’ambiente circostante con un unico elemento visibile dall’esterno: il grande taglio che dà luce all’interno. Muri di sostegno della rampa esterna in terra cruda.

Articolo completo si trova nell'edizione 27 del 2002 alle pagine 32-33.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura®

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.