Corviale game over

L’edificio-quartiere di Corviale del 1975, progettato da un gruppo di architetti con Mario Fiorentino in testa, appare come una costruzione unica, lunga quasi un chilometro, che contiene 8512 vani con parcheggi, negozi aree di sosta e servizi.
L’idea di partenza di Corviale, una sorta di lecobuseriana Hunitè d’Abitation integrata nel territorio, con il tempo è stata negata rendendo l’edificio una zona di sottocultura urbana.
Oggi si cerca reinvertare e risolvere, con ipotesi sostenibili, i problemi di quest’area per tentare il recupero anche dal punto di vista umano.

Articolo completo si trova nell'edizione 31 del 2003 alle pagine 10 - 11.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura®

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.