Il mistero della fusione

Ritrovamenti e ipotesi sulle fucine etrusche

La maestria della civiltà etrusca nella lavorazione della ceramica e dei metalli lascia supporre la disponibilità di tecniche e forni, costruiti in modo diverso a seconda dell’uso.
Non sono rimasti molti esempi di forni, ma probabilmente esistevano varie tipologie a seconda della lavorazione che doveva raggiungere le temperature necessarie per la cottura, la fusione o riduzione.

Articolo completo si trova nell'edizione 39/40 del 2005 alle pagine 44 – 45.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.