Tout est paysage

Introduzione alla mostra

Lucien, Kroll dagli anni ’60 si oppone all’urbanizzazione massiccia e all’industria degli alloggi, immaginando un habitat concepito per la civiltà e che offra intimità e libertà: il suo detto “tutto è paesaggio” prefigura i luoghi abitati della geografia contemporanea senza gerarchie tra città, periferie e campagna.
Lucien, Kroll insieme a sua moglie Simone Kroll, porta avanti da cinquant’anni la sua battaglia per promuovere un’altra architettura, attraverso la teoria e la pratica, umanità e conservazione, ecologia e partecipazione.
Si impara a camminare camminando: ogni progetto di Lucien, Kroll rivela il suo impegno con il reale assecondando gli abitanti.

Articolo completo si trova nell'edizione 108 del 2018 alle pagine 8 - 9.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 108 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.