Coesione sociale – Legalità e sicurezza

“L’architettura è troppo importante per lasciarla solo agli architetti” - Giancarlo De Carlo

Giovanni Tamburino, magistrato, già commissario straordinario dell’Azienda di edilizia popolare Ater di Roma è intervenuto nell’ambito del convegno:
Tutto è paesaggio, un’architettura abitata, organizzato da Bioarchitettura e dall’Ordine degli Architetti PPC di Roma in occasione della mostra su Lucien, Kroll (Roma, Casa dell’Architettura 28.02.2018).
Giovanni Tamburino sostiene che esiste una sorprendente sequenza di termini ed etimologie che ci segnala il legame tra Giustizia ed Architettura.
Partendo dall’immagine dell’affresco “Il buon governo” di Ambrogio Lorenzetti, Tamburino segnala quattro riflessioni: la complicazione artificiosa, le deroghe a cascata, l’eccesso dislocatore, il rovesciamento valoriale.
Tamburino conclude poi il suo contributo con l’immagine de “La torre di Babele” di Pieter Bruegel il Vecchio.
La metafora contenuta nella rappresentazione di Bruegel: la impossibilità di condurre a compimento qualunque opera se manca una comunità che si intenda non tanto sulle parole quanto sui valori che le parole richiamano.
L’auspicio è che l’arte, l’arte più vicina alla politica, sappia aiutare la realizzazione del buon Governo tanto atteso nella Città.

Articolo completo si trova nell'edizione 109 del 2018 alle pagine 2 - 5.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 109 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.