Alti e belli ma con tanti svantaggi

Ripensare i grattacieli che divorano le risorse ambientali

Da qualche anno si è scoperto che il famoso grattacielo di Londra, “The Shard”, progettato da Renzo Piano, è diventato obsoleto come tutti gli altri grattacieli moderni vetrati. La commissione parlamentare inglese vorrebbe che il Governo del Regno Unito promulgasse nuove normative contro il surriscaldamento estivo degli edifici che riguardano evidentemente l’uso scriteriato delle facciate vetrate. Dal punto di vista bioclimatico, in generale, il vetro presenta svantaggi rilevanti: un basso isolamento, l’ingresso dell’energia solare non sufficientemente controllabile, una bassa inerzia termica. I moderni grattacieli, seguendo una moda architettonica iniziata decenni fa, sono invece completamente vetrati senza sfruttare i principi della bioclimatica ma adottando soluzioni tecnologiche sempre più care sotto l’aspetto economico ed ecologico, cioè non conta quanto essi siano insostenibili e costosi, conta solo che siano alti e belli.

Articolo completo si trova nell'edizione 116 del 2019 alle pagine 6-7.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 116 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.