Rivoluzione ungherese

Strategie per rifondare una tradizione moderna

L'attuale architettura ungherese rappresentata da Imre Macovecz, Laszlo Vincze, Titor Bata e altri, riscopre le idee di Kos Karoly (1833-1977), fantasia, organicità, movimento, materiali naturali. Vittoria dell'immaginazione sulla grigia standardizzazione del periodo d'influenza del regime sovietico. Nota sul viaggio di studio in Austria, Germania, Ungheria e Romania, 21-27 luglio 2002.

Articolo completo si trova nell'edizione 28 del 2002 alle pagine 16-21.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura®

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.