Eco-city Slow-city

Strategie ecologiche di sviluppo urbano

Lo studio di architettura Eble, Joachim , insieme ad altre figure di professionisti, ha avuto un’importante ed interessante ruolo di partner nella ricerca dell’Unione Europea “Eco-city” – “Slow-city”: il progetto ha affrontato argomenti molto diversi, dalle energie rinnovabili, al riciclaggio, al sistema delle acque e ai trasporti sostenibili.
La proposta progettuale si compone di 25 “moduli urbani” con il comune obbiettivo della città ecologica, ovvero “la città dei percorsi brevi”: Il territorio urbano, derivato da tale progetto, diventa un luogo in cui le persone vivono e lavorano nelle vicinanze, dove gli spazi pubblici hanno un valore attrattivo, dove esiste una forte attenzione al comfort bioclimatico, al riciclo dei rifiuti e delle acque, dove viene incentivata l’economia sostenibile e l’energia necessaria è prodotta dalla stessa città.
Gli esempi di Culemborg in Olanda, Tubinga e Pfaffenhofen in Germania, Tainan (Taiwan), che trattano di questi progetti, dimostrano che i “moduli urbani” funzionano se in sinergia tra loro e non come singoli luoghi.

Articolo completo si trova nell'edizione 56 del 2009 alle pagine 16 - 33.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 56 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.