Editoriale - Sbloccare l'Italia

Un made in Italy per il prodotto ma soprattutto per il processo

A fine luglio 2013 il Governo Italiano ha annunciato il decreto legge “sblocca Italia” che unifica regole e parametri urbanistici e accelera le procedure alla base del costruire e del trasformare.
Il Manifesto di Firenze, la conclusione del Convegno Internazionale dell’ottobre 2013 della “Fondazione per la Bioarchitettura e l’Antropizzazione sostenibile dell’Ambiente”, ben motiva l’urgenza di affrancarsi dal DM n° 1444 del 1968 per favorire invece mixitè e densità del costruito e condizioni idonee per favorire condensazione sociale e rapporto umani.
Tutto questo non può che aiutare la “tutela del patrimonio storico” e la “produzione del patrimonio del futuro” e quindi rafforzare il “made in Italy”, non limitato ai prodotti ma esteso ai “processi”.

Articolo completo si trova nell'edizione 86 del 2014 alle pagine 2 - 3.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 86 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.