Stella Maris

I nuovo centro parrocchiale di Scossicci

Il progetto architettonico del complesso architettonico Stella Maris di Scossicci nei pressi di Recanati (a cura di Margherita Bosco, Rosita Massa, Alfonso D’Antò e Sara Breccia), nasce dalla riflessione sui bisogni e sulle necessità della comunità locale, dall’analisi del contesto paesaggistico e naturalistico, applicando i principi della “cura della Casa Comune” enunciati dall’enciclica “Laudato si” di Papa Francesco.
Nel suo insieme il nuovo nuovo centro parrocchiale Stella Maris cerca di interpretare le tre grandi “varianti” che attraversano la località: quella demografica, quella sismica e quella climatica, assimilabili a tre onde a cui il progetto risponde concependo spazi flessibili e antisismici, utilizzando materiali naturali e utilizzando tecniche idonee per il riciclo e il risparmio delle risorse.
Lo spazio sacro e lo spazio comunitario sono caratterizzati dalla capacità di dilatarsi e ridursi in funzione del flusso dei fedeli e delle celebrazioni attraverso l’uso di artifici come pareti scorrevoli e sedute mobili.
La progettazione bioclimatica attuata con sistemi di climatizzazione naturale e con l’impiego di fonti di energia rinnovabili rende l’intervento un organismo pulsante in grado di regolare e autoregolarsi.

Articolo completo si trova nell'edizione 110 del 2018 alle pagine 26 - 37.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 110 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.