La memoria abitata del paesaggio

Scoprire Scopello

Il territorio racchiuso tra Castellamare del Golfo e la riserva naturale dello Zingaro è un frammento di costa siciliana per certi versi ancora incontaminata con una storia pressochè sconosciuta.
Nel corso del tempo sono sorti due insediamenti distinti: Casale Scupelli, l’attuale Baglio di Scopello (Borgo), con vocazione agricola, sulla sommità di una altura e la Tonnara, un complesso di edifici e insenature adibito alla pesca del tonno.
Tra le varie caratteristiche di Borgo di Scopello risalta la struttura morfologica secondo i principi dell’architettura bioclimatica, che aveva lo scopo di garantire il maggiore benessere possibile senza il ricorso ad alcun sistema impiantistico.
In un’ottica di recupero del paesaggio, come in questo caso, significa ritrovare la continuità con il passato, con il patrimonio immateriale di conoscenze su cui si fonda il genius loci.

Articolo completo si trova nell'edizione 111 del 2018 alle pagine 44 - 51.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 111 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.