Strategie di piano

Urbanistica ecologica: possibilità o utopia

Noi tutti, in quanto esseri percepienti, valutiamo di continuo sensorialmente spazi, ambienti e cose: la nostra esperienza quotidiana è costituita di di luoghi che ci troviamo ad abitare, percorrere, stimare percettivamente.
Oggi dobbiamo contrastare la “piattezza” di sensibilità dettata dalla crescita tecnologica attraverso un percorso di ricerca progettuale che ridefinisca contesti d’uso e d’esperienza, spazi capaci di restituire all’uomo la consapevolezza di essere un sistema percipiente attivo e reattivo.

Articolo completo si trova nell'edizione 6 del 1996 alle pagine 28 - 29.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.