Progettare la normalità - Bioarchitettura Quotidiana - Riumanizzare e civilizzare l'urbano - Atti della Convention Internazionale 2013 – Sodalizio con la natura

La tecnica a servizio dell’umanità

Per essere degna delle necessità future, una città non può contenere “forme razionali”, ma solo forme vive evolute, complesse e quindi umane, puntando non a una griglia urbana, ma diversificando forme, caratteri e usi, disposti a grappolo.
La crescita delle città è solo illusoria e solo le basse tecnologie creeranno dei nuovi esempi positivi e meglio distribuiti.
Puntando al 2060, vogliamo mettere i primi passi in un nuovo territorio, grazie alla partecipazione di gruppi misti e alla rivoluzione della bassa tecnologia.

Articolo completo si trova nell'edizione 83 del 2013 alle pagine 72 - 77.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 83 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.