Costruire e Abitare Bio

Less is More

L’attuale crisi ecologica e ambientale affonda le sue radici in una visione meccanicistica della realtà che in termini architettonici ha trovato il suo massimo compimento nelle teorie di l le corbusier sulla casa intesa come “macchina per abitare” e sulla città come “operazione umana diretta contro la natura”.   

La filosofia che sostiene il progetto, o progetto sostenibile, abbandona questo pensiero materialistico a favore di una visione sistemica ed etica del mondo, per cui ogni azione ha una diretta conseguenza sulla totalità, e qualunque scelta architettonica, piccola o grande, deve essere fatta avendo la massima cura del contesto naturale in cui si inserisce. Il progetto sostenibile non può disegnare “macchine per abitare”, ma luoghi per accogliere l’uomo, la donna, il bambino, l’anziano, il malato, etc. - per rispondere alle sue esigenze di salubrità, bellezza, sicurezza e durevolezza - e, allo stesso tempo, luoghi capaci di recuperare con la natura e con i suoi ritmi un rapporto di reciprocità.

Il progetto Bio costruisce relazioni tra lo spazio dell’abitare umano - le città, gli edifici, le singole abitazioni - e il mondo naturale, tra le persone stesse che vivono i luoghi, creando possibilità d’interazioni positive; per questo è fondamentale che i progettisti contemporanei e futuri imparino ad approcciarsi all’architettura come ad un’entità inscindibile di uomo e natura che non si pone come una soluzione al problema ecologico, non domina la natura né limita l’impatto umano, ma piuttosto sviluppa legami tra le necessità del vivere su questa terra.

Dove: Palazzo di Città, Via Lancaster 13, Acireale, Catania

Quando: 29 maggio 2019 09:00

CPF: 8

Condividi

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.