Il sospiro del mare

Una casa mediterranea biosensibile a Cefalù

Alle porte di Cefalù, in contrada Lacenia, nel parco delle Madonie, si trova una casa-attiva e biosensibile: una realizzazione di un edificio bioclimatico “monocellulare”, incastonato lungo il crinale che degrada verso il mare e il Borgo Sant’Ambrogio.
La residenza, destinata ad un piccolo nucleo familiare formato da due genitori ipovedenti e la loro figlia, ricerca la massima sensibilità verso la scelta tattile, percettiva, fisica dei materiali impiegati e inoltre sfrutta e utilizza risorse naturali e biocompatibili.
Una casa biosensibile, autosufficiente, luogo di benessere psicofisico, materico e psichico, si pone come modello del costruire in armonia con gli habitat dell’uomo e le sinergie con il suo ambiente.

Articolo completo si trova nell'edizione 59 del 2009 alle pagine 26 - 29.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 59 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.