Cina: il teatro del divenire

Pittura di paesaggio e giardini della tradizione

Nei lunghi secoli che hanno visto il fiorire della cultura tradizionale cinese, la lettura del paesaggio si è sempre fondata sulla riconoscibilità della corrispondenza esistente tra i vari campi dell’esperienza umana.
Elemento cardine di tale corrispondenza è il “qi”, energia sottile che costituisce il fondamento immediato ed il principio vitale degli esseri e di tutto ciò che è manifesto.
Tale aspetto rende più comprensibile il “feng-shui” (geomanzia) teso all’individuazione del sito qi migliore, idoneo alla fondazione di una “dimora Yang” o una “dimora Yin”.
Pittura di paesaggio e giardino cinese ci mostrano una visione che si regge sull’idea di un ordine universale che regola natura e uomo: solo chi sa guardare con gli occhi del cuore questo teatro del divenire è concesso di vedere nell’inesauribile processualità i rimandi alle costanti che ne sono radice.

Articolo completo si trova nell'edizione 46 del 2006 alle pagine 62 - 63.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.