Editoriale - Città dove?

Un’opera per quanto isolata dal contesto possa essere, si può percepire solo circoscrivendo la visione: un luogo (ogni architettura è luogo) comprensibile solo nell’astrazione dall’insieme e nell’estrema riduzione dello zoom all’oggetto.
Oggi realizziamo assetti urbani che non corrispondono né agli abitanti che vi circolano né all’ambiente in cui sorgono.

Articolo completo si trova nell'edizione 30 del 2003 alle pagine 2 - 3.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura®

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.