Editoriale - Ma dove vai?

Il mondo si globalizza: si viaggia per varie ragioni ma rimane raro il coinvolgimento delle storie dei territori, delle vicende degli uomini che là vivono.
Il viaggio può essere può essere anche incontro: cercare di capirsi, mettere a confronto sistemi mentali: si tratta di un’azione che implica atteggiamenti e ruoli complementari, disponibilità al paritetico, acquisire la percezione dell’alterità, scoprire scoprendo sé stessi.

Articolo completo si trova nell'edizione 42 del 2005 alle pagine 2 - 3.

Condividi

Abbonati anche tu alla rivista Bioarchitettura

Abbiamo diversi piani, trova quello che fa per te.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.