Pianificare con la natura

L’alternativa all’implosione del sistema energetico attuale passa per la sostenibilità

E’ chiaro che nelle aree dotate di un buon livello di naturalità, alle variazioni geomorfiche corrispondano variazioni nella biodiversità: questo significa una continua modifica morfologica all’interno di un processo senza fine di ordine propagante e di perfezionamento adattivo.
L’habitat non è semplicemente uno spazio occupato da specie che vi trovano i requisiti idonei alla loro vita, e l’uomo ha sempre avuto un assiduo e intelligente impegno nell’utilizzare le risorse disponibili sul proprio territorio per la produzione di benessere.
La degenerazione dell’economia verso la frenesia utilitaristica ci ha portato ad ottenere il massimo profitto dalle superfici disponibili: ora nasce l’esigenza di una progettazione non più bloccata, ma dinamica e propositiva verso le nuove necessità umane.

Articolo completo si trova nell'edizione 57/58 del 2009 alle pagine 32 - 37.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 57/58 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.