Codice di pratica professionale

Il caso del recupero architettonico in Irpinia

L’aggiornamento professionale andrebbe attuato con strumenti capaci di offrire un ampio “codice di lettura” sulle più corrette modalità per la realizzazione dell’intervento conservativo, ma soprattutto su quali e quante sono le specificità proprie di ogni centro storico e/o di ogni singolo edificio.
Nel caso del territorio irpino, pre e post sisma, bisogna considerare le valenze locali, tipologie strutturali, sistemi costruttivi e natura dei materiali.
Nell’attuale pratica professionale esiste la necessità di mettere a punto contributi che indirizzino a scegliere le modalità di un corretto intervento sulle preesistenze e tra le attuazioni tecniche in atto. 
Oggi, riguardo le disposizioni di intervento nelle ricostruzioni ci sono: la Legge del 1981 e il premio per la demolizione – ricostruzione, il tema della distruzione e valorizzazione di centri storici, l’attenzione allo spazio pubblico, il tutto con lo scopo di contribuire a una migliore immagine urbana.

Articolo completo si trova nell'edizione 65 del 2010 alle pagine 54 - 57.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 65 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.