Quattro idee di rinascita

Ipotesi di futuro per il quartiere Pigneto

Il 23 novembre 2018 presso il teatro Tordinona a Roma si è svolto un evento organizzato da Bioarchitettura Fondazione a completamento del Master Bioarchitettura- CasaClima, incardinato presso l’università LUMSA, destinato a professionisti interessati alla progettazione in una prospettiva ecologica sia a scala urbana che architettonica.
Ambito d’intervento dei quattro progetti presentati è stato il Parco delle Energie (“Monumento Naturale”), un’area verde situata nel Municipio di Roma V, tra Via Prenestina e Via di Portonaccio: vasta oltre 12 ettari è inserita in un tessuto urbano consolidato, in un territorio povero di verde.
Guidati dall’arch. Joachim, Eble, i quattro gruppi composti da ingegneri e architetti hanno elaborato progetti di riqualificazione del parco con obiettivo la sua ridefinizione quale Ecostazione.
Una caratteristica particolare dei progetti è l’adozione della tecnica della “terra preta”: un sistema di riciclo dei residui organici che vede la trasformazione dei materiali di scarto misti alla terra in prodotto utile alla fertilizzazione del terreno.
Altre caratteristiche dell’intervento sono state la progettazione partecipata, soluzioni architettonicamente sostenibili, adozione dei principi dell’economia circolare.

Articolo completo si trova nell'edizione 113/114 del 20182019 alle pagine 10 - 11.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 113/114 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.