Il fulcro dell'esagono

Flessibilità anni ‘50

La costruzione detta Casa Esagono, fu costruita su progetto di Vittorio Giorgini nel 1957 come propria residenza estiva, nella frazione di Baratti, presso Piombino.
La casa esagono è caratterizzata dai componenti prefabbricati assemblabili e seriali che ne determinano un’articolazione flessibile e una correttezza progettuale di notevole spessore.
L’edificio prende il nome “esagono” perché è compositivamente sviluppato su una trama modulare di elementi esagonali, ed è realizzato completamente in legno e studiato con un interessante sistema d’incastri.
La casa Esagono, uno dei più interessanti esempi di architettura contemporanea in Toscana, è stata recentemente oggetto di un restauro conservativo a cura dell’associazione Culturale Bacobaratti-archivio Vittorio Giorgini, destinandola a museo delle opere del grande maestro dell’architettura contemporanea.

Articolo completo si trova nell'edizione 83 del 2013 alle pagine 30 - 35.

Condividi

Vuoi leggere l'intero articolo o tutta la rivista?

Puoi acquistare l'edizione n. 83 direttamente da qui.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato con i nostri eventi, attività e sconti.